Autorecupero Marica


 


 

 

Autorecupero Marica

EX Edificio Scolastico n° ALLOGGI 27, SUP. RESIDENZIALE  mq 1547
GRUPPO DI PROGETTAZIONE
PROGETTO ARCHITETTONICO:PROF.  ARCH. MAURIZIO RANZI E ANNA MAROCCHI
PROGETTO BIOCLIMATICO:  ARCh. F. BELLARDI & ARCh. M.T. CAPUTO
STRUTTURE ED IMPIANTI: ING. M.FELICI E ING. P. BERNARDI
 
Dati Costi:
Ristrutturazione parti comuni a carico del comune €587.498,80
Ristrutturazione parti interne a carico della cooperativa €564.301,7

 

 

ll progetto  ha visto la realizzazione di 27 alloggi per un totale di 84 abitanti, inizialmente era previsto uno spazio comune e un asilo al pian terreno, oggi di probabile cambio di destinazione d’uso in due  alloggi  aggiuntivi.  Le soluzioni  di bioedilizia che dovevano essere adottate (la sostituzione delle attuali pannellature con  tamponature in cemento con  fibre di legno, la controsoffitattura, i camini solari che corrono lungo le facciate dell’edificio ed  emergono oltre il lastrico solare) avrebbero dovuto  caratterizzare l’immagine  architettonica  dello stabile, evidenziandone la prestazione bioclimatica sperimentale tramite camini del vento. Per   gli  aspetti  energetici,  l’edificio  se fosse stato realizzato come da progetto iniziale avrebbe ottenuto notevoli vantaggi sfruttando sia il soleggiamento invernale che l’ombreggiatura estiva accompagnata da un’appropriata ventilazione. Nel  periodo  estivo   l’assetto dell’organismo avrebbe consentito di sfruttare  i moti  naturali dell’aria, per  il raffrescamento  degli   alloggi,   mediante i camini solari e la vascafontana situata al piano terra, oggi svuotata ed adibita a deposito biciclette. Viene assegnato a seguito di gara dal Dip.XIX prot. n.3667 del 23/06/2003, i lavori sarebbero dovuti iniziare nel 2003 e terminare nel 2004 mentre l’immobile viene consegnato alla nostra cooperativa solo nel Marzo 2008. I lavori di nostra spettanza terminano ad Ottobre 2010 a causa di una sospensione di circa un anno per infiltrazioni di acqua provenienti dal tetto causati dalla mal esecuzione dei lavori di competenza del Comune di Roma. Al momento siamo in attesa che il Comune provveda ad ultimare le riparazioni mal eseguite ed i nostri soci che dal febbraio del 2008 pagano il mutuo a scomputo dell’affitto ancora non possono ottenere l’assegnazione degli appartamenti a cui hanno diritto. Lo stabile al momento è abitato da alcune famiglie di soci al fine di assicurarne la guardiania e scongiurare atti vandalici senza nulla chiedere e pretendere dal comune di Roma.

 



 

Joomla SEF URLs by Artio

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information